Commento alla IX edizione di “CUORE & CERVELLO: attraverso strade che ritornano”

Cari Colleghi, anche questa IX edizione di “Cuore e Cervello” è trascorsa.

Ancora una volta il binomio ACSA – AIP ha fatto centro.

Ormai “Cuore & Cervello” è un appuntamento irrinunciabile nel panorama della congressistica piemontese, come dimostra l’affluenza dei medici presenti e la faculty di grande valore scientifico nazionale e internazionale.

Come al solito si sono affrontati argomenti scientificamente validi, ma soprattutto attuali, con particolare riguardo ad alcune patologie che sono state esposte a una platea attenta e partecipe, con un approccio non burocratico ma vivo, cercando di passare il messaggio che la medicina sa essere all’avanguardia non solo in termini tecnologici, ma anche umani.

Lo scenario era di tutto rispetto: l’ITC ILO, un campus in mezzo al verde e in riva al Po, apprezzatissimo da docenti e discenti.

Il presidente Nazionale ACSA, dott. Pietro Lentini, ha dato il via alle relazioni del mattino con una lectio magistralis molto apprezzata e, non pago, ha brillantemente svolto una relazione al pomeriggio su un altro tema importante: scompenso cardiaco e anemia.

Particolare interesse ha destato la relazione sull’intelligenza artificiale nel soggetto psicogeriatrico, svolta dal prof. Carlo Serrati. Verosimilmente nel giro di pochi anni l’intelligenza artificiale darà vantaggi enormi, ma non bisogna dimenticare la vicinanza, la comprensione e il dialogo col paziente.

Un ringraziamento particolare al prof. Stefano Govoni, insigne maestro di farmacologia, che ha trattato il tema principale dell’evento, Cuore e Cervello, rendendo tale difficile argomento facilmente assimilabile dai colleghi presenti. Ha evidenziato gli effetti di alcuni farmaci “Cuore – Cervello”, descrivendoli in maniera brillante. In genere, siamo più preoccupati dei danni degli antipsicotici sull’attività cardiaca (il famoso QTc) ma abbiamo appreso che anche i farmaci del cuore possono agire non bene sul SNC.

Hanno preso parte all’evento non solo specialisti, in particolare cardiologi e geriatri, ma vi è stata anche una larga rappresentanza di MMG.

Nota di merito alla presentazione del libro “Cervello senza limiti” di Johanna Rossi Mason. L’autrice ha evidenziato in particolar modo il ruolo delle smart drugs e lo scenario attuale della ricerca delle migliori performance.

Un ringraziamento particolare va ai membri della faculty, che hanno contribuito al successo dell’evento scientifico, al qualificato pubblico, all’apporto importante di Gabriella e Anita, alla segreteria scientifica, al motore instancabile dott. Tommaso Diego Voci, all’ACSA e all’AIP presente con il suo presidente regionale Piemonte – Valle d’Aosta, dott. Antonino Cotroneo, ai Consiglieri Nazionali AIP, dott.ssa Daniela Leotta e dott. Massimiliano Massaia.

A conclusione dei lavori scientifici, il dott. Voci ha dato l’annuncio della X edizione, che si terrà il 26 settembre 2020, nella stessa prestigiosa struttura.

Pertanto arrivederci al prossimo appuntamento!

A.M.Cotroneo

Potrebbero interessarti anche...