2022_05_20-21 – XIII Congresso Nazionale ACSA

Torino – 20-21 Maggio 2022

ITC ILO
Padiglione Piemonte
Viale Maestri del Lavoro, 10

Il rapporto tra Inquinamento e ambiente è un tema molto discusso dai media, se ne parla nelle riunioni tra capi di governo e investe iniziative molto importanti come la riconversione delle fonti energetiche verso le energie rinnovabili. Quando si prendono in considerazione i danni che l’inquinamento ambientale determina sulla salute entrano in campo le società scientifi che mediche perché è ormai noto chetale inquinamento è causa di molti sintomi e patologie comunemente riscontrate sui nostri pazienti.
Nelle grandi città punti di rilevamento ci indicano quando le soglie di concentrazione degli agenti inquinanti vengono superate per cui vengono messe in atto misure correttive quali ad esempio le targhe alterne per gli automobilisti, meno conosciute sono invece le conseguenze dell’inquinamento all’interno di ambienti dove viviamo.
A questo proposito le cause sono molteplici: i materiali di costruzione, le vernici, il fumo di sigaretta, i nostri abiti e molte abitudini consuete come la cottura degli alimenti che disperdono sostanze che a lungo andare possono avere effetti nocivi alla salute. Non tutti sono informati che è possibile intervenire ricorrendo a prodotti biologici, correttivi architettonici e impiantistici che possono essere una barriera effi cace a queste fonti di inquinamento. Dobbiamo provvedere a che i nostri ambienti lavorativi e abitativi siano provvisti di impianti che consentano un ricambio di aria costante. Tali soluzioni ci sarebbero venute in aiuto per limitare la diffusione indoor anche del terribile virus responsabile della attuale pandemia. Si pensi a quanto è accaduto nelle residenze protette, negli ospedali, negli ambienti lavorativi e di vita comunitaria. Ancora oggi che sono disponibili i incentivi per adeguamento degli spazi abitativi questi impianti non sono presi in considerazione. È compito dei medici e delle società scientifi che portare all’attenzione, dei cittadini, delle autorità regolatorie e dei media queste conoscenze perché diventino cultura comune nella popolazione generale . Inoltre bisogna considerare che l’inquinamento non è solo quello determinato da inalazione di sostanze chimiche ma anche quello luminoso, sonoro ed altre stimolazioni fisiche. La medicina deve essere in grado di correlare sintomi, patologie, malesseri anche psicologici a tutti questi tipi di inquinamento e questo prevede un approccio anamnestico al paziente che integri nelle attuali comuni tecniche anamnestiche anche questi aspetti che da sempre hanno avuto un peso importante ma spesso sottovalutato. Il ruolo del medico in questa visione di intervento nell’immediato futuro è fondamentale nell’identifi care le molteplici sfumature con cui queste problematiche impattano sulla nostra vita con una attenta misurazione del danno alla nostra salute e la messa in atto di risoluzioni adeguate.
“I ritmi della vita” definisce l’ascolto dei ritmi circadiani sul nostro organismo: il ritmo cardiaco, la pressione arteriosa, il metabolismo corporeo, il respiro notturno. Questo interessa gli specialisti di tutte le branche e quindi nell’ambito dell’ipertensione arteriosa, il diabete, l’iperuricemia. Lo studio accurato ed integrato dei dati che rilevati dagli esami specialistici raccolti nella letteratura ci racconta la vita dell’uomo e la natura di molte patologie.
Scaturiscono aspettative dalle più attuali strategie terapeutiche per le patologie croniche respiratorie e cardiovascolari. Sarà argomento di tavole rotonde il trattamento dell’anemia nello scompenso cardiaco, la cura sintomatica dell’angina e le attuali terapie antitrombotiche per la prevenzione dell’ictus e la fi brillazione atriale e il trattamento tromboembolismo arterovenoso. Studi recenti aprono alla possibilità di ridurre il numero di amputazione d’arto che da queste ultime spesso esitano.
Proseguiremo con ACSA Academy dove tratteremo la morte improvvisa, l’utilizzo di pace maker, defi brillatori, e le moderne tecniche di cardioprotezione nella popolazione generale simulando con il supporto di sofi sticati manichini elettronici l’utilizzo dei protocolli American Heart di BLS e di ACSL.
Altro importante tema del nostro Convegno sarà l’uso dei nutraceutici nell’ambito di una medicina di inziativa che vedrà sempre più i medici di base impegnati a fornire un importante supporto alla prevenzione primaria sulla aterosclerosi, le complicanze del diabete, la cura combinata delle ipercolesterolemie e la protezione dei substrati nella cura delle patologie neoplastiche. Sarà trattata l’epigenetica come approccio nella prevenzione e cura delle patologie pediatriche.
Parleremo dell’uomo e della sua salute, elemento che dona armonia in una vita intesa come percorso che lo migliora nella mente e nel corpo.

Potrebbero interessarti anche...